Leadership nella nuova normalità

I bravi leader incontrano le persone ovunque si trovino. Una delle loro qualità principali include rimanere neutrali, cioè accettare tutte le politiche, religioni, credenze, culture e razze. Insieme a Jeffrey Edwards nel podcast di oggi, c’è la dottoressa Elena Pezzini, un’executive coach e autrice che ha ottenuto un grande successo negli affari e nella sua vita personale. Specializzato nello sviluppo della leadership e nel life coaching, il dottor Pezzini delinea le qualità di un buon leader e parla di resilienza, abbracciare gli ostacoli, leadership nella nuova normalità e molto altro ancora.

Ecco la Leadership nella nuova normalità con la dott.ssa Elena Pezzini!

Abbiamo un ospite speciale. Questa persona è qualcuno che ho avuto il piacere di incontrare molti anni fa. Questa persona è qualcuno che quando la incontri, è piena di vita ed energia. Te ne andrai sentendoti carico e riposato sapendo che hai avuto questo momento con lei. Sono le persone come queste in cui ti imbatti nel corso della tua carriera che ispira l’idea alla base di cosa rappresenta un leader? Quali sono alcuni degli impatti e dei ricordi che lasci dietro ad altre persone? Come reagiscono quando sentono il tuo nome o quando ti vedono? Pensavo fosse una persona che volevo portare qui per farti conoscere e ascoltare la sua storia. Inoltre, ciò che ha fatto e attualmente sta facendo nel mondo per supportare i leader e le loro organizzazioni e aiutarli a raggiungere il loro livello di abilità e il loro più alto livello di realizzazione.

Vorrei presentarvi la nostra ospite, la Dott.ssa Elena Pezzini. Nata in Italia, è immigrata negli Stati Uniti per conseguire un dottorato di ricerca in Psicologia industriale applicata delle organizzazioni. Dalla sua esperienza, ha ottenuto un grande successo negli affari e nella sua vita personale e ha raggiunto gli elementi per andare avanti. Avere quella visione, chiarezza e disciplina per vedere come superare gli ostacoli e raggiungere quel potenziale interno che ti porta al passo successivo. Ha guidato milioni di individui e gruppi attraverso una varietà di organizzazioni diverse, attraverso campi di addestramento e il suo coaching. La dott.ssa Elena è stata anche consulente di aziende Fortune 100. Ha allenato leader e CEO a tutti i livelli in tutto il mondo. È anche un’autrice, se puoi credere a tutto ciò che ha fatto. Scrive libri e in questo è un’autrice di bestseller. Ha lavorato con alcuni dei leader, influencer e nomi del settore con i quali avresti familiarità nel mondo. Qui sta condividendo il suo tempo con noi. Mi aiuti ad accogliere la nostra ospite, la dottoressa Elena Pezzini. Come stai?

Jeffrey, grazie mille per la bellissima accoglienza. Voglio ringraziarti per quella calorosa introduzione che mi ispiri tanto o più quanto io ispiro te. Per favore sappilo. Voglio anche che il pubblico sappia che Jeffrey e io siamo colleghi. Siamo nella stessa nicchia e settore. Non siamo migliori di chiunque altro. Ci mettiamo in gioco e questo è ciò che ci rende più accessibili. Abbiamo attraversato molti alti e bassi. Non siamo perfetti e ancora durante COVID, questo è ciò che ci rende migliori, essendo disposti a riconoscere che se scendiamo un po ‘, ci sarà un rialzo. Ci circondiamo di persone che la pensano allo stesso modo e che si sforzano sempre di migliorare se stesse e aiutare gli altri.

Ecco cos’è la vita. A proposito di ostacoli, ci sono ostacoli ogni giorno ma non li vedo come ostacoli. Li vedo come sfide divertenti. Li accolgo e li abbraccio. Amo scrivere e abbiamo scritto insieme alcuni corsi o almeno parti di essi. Voglio solo ricordare che il mio cugino veterinario, il dottor Ferrari, scriverebbe libri per aiutare gli imprenditori impegnati che sono anche genitori e genitori di animali domestici a capire meglio i loro animali. Si chiama Gli Amanti Del Cane in italiano. È il bestseller numero uno su Amazon e la versione inglese, Dog Lovers, uscirà molto presto.

Adoro il modo in cui integri tutte le esperienze che le persone principali là fuori possono mettere in relazione con l’intera esperienza. Pensiamo all’esperienza COVID in cui c’è un elemento di lavoro, un elemento personale e un elemento familiare. Un argomento che è venuto alla luce che ho letto e so che hai una passione è essere un proprietario di animali domestici. Inoltre, le implicazioni di possedere animali domestici e ciò che hanno dovuto attraversare durante questo periodo, nonché il modo in cui tutto si inserisce nella narrativa sulla salute mentale e il benessere e su come le persone sono state in grado di adattarsi durante questo periodo. Attraverso il lavoro che hai svolto, quali sono stati alcuni dei temi del lavoro che hai svolto in questo periodo?

Durante il pre-COVID, le persone avevano problemi con il tempo. Vengono da Jeffrey e me, normalmente perché vogliono fare più soldi. Tutti loro vogliono fare più soldi, anche se non ne abbiamo nemmeno bisogno. Abbiamo già uno stile di vita abbastanza buono, ma in qualche modo siamo spinti a pensare che abbiamo bisogno di più soldi. Ci siamo resi conto con il nostro coaching che ciò di cui hanno bisogno è stare con i loro cari, annusare le rose e godersi la vita invece di andare senza fermarsi e godersi ciò che la vita ha da offrire. Lavoriamo molto su questo. Uno dei grandi vantaggi di COVID è che siamo stati costretti a rallentare, anche se ciò non giustifica le morti.

Semmai, risparmiamo tempo per il pendolarismo ora perché la maggior parte di noi lavora da casa. Normalmente trascorro l’estate con la mia famiglia in Europa. L’ho posticipato per proteggerli, quindi sto anche risparmiando tempo di volo. Vedo ora con COVID che molti dei nostri clienti hanno bisogno di aiuto per creare nuovi sistemi, nuove strutture per lavorare da casa perché tutti i bambini sono a casa nella maggior parte dei paesi, stati e contee. Stanno studiando la gestione del tempo in modo che possano ancora divertirsi e collaborare tutti insieme, magari in stanze diverse, gestendo suoni e rumori, gestendo gli animali domestici. Mi hanno anche detto “Non capisco cosa diavolo stia succedendo. I nostri proprietari sono sempre a casa “. Anche loro sono confusi. Hanno un po ‘di ansia al riguardo. Si esprimono senza capire, quindi dobbiamo rassicurare anche loro.

Quelli che si adattano più velocemente sono quelli che ottengono risultati migliori. Inoltre, come imprenditori, imprenditori, dirigenti, che è il nostro mercato di riferimento, la chiave è non aver paura di correre rischi, adattarsi ed essere creativi. Anche i miei amici che sono proprietari di ristoranti, se tutto ciò che puoi fare è consegnare, portare il marciapiede, provvedere o costruire qualcosa all’aperto con lampade riscaldanti se fa troppo freddo, allora è quello che dovrai fare senza perdere troppo tempo. Anche nel nostro lavoro che è già virtuale, abbiamo dovuto adattarci per poter servire meglio i nostri clienti, per cambiare più velocemente, per essere rassicurati, per sfruttare diversi investimenti, magari gestire i loro soldi e il loro tempo in modo un po ‘diverso. La chiave è non aver paura di adattarsi e adattarsi velocemente perché sto notando che coloro che si adattano più velocemente stanno ottenendo risultati migliori. Coloro che impiegano troppo tempo, potrebbero essere disastrosi.

In primavera, specialmente ad aprile quando tutto era bloccato, c’è stata una grande spinta. Le persone andavano online e i social media erano molto caldi e pesanti. Tutti hanno iniziato a creare nuove attività online, e-commerce e hanno spinto. L’ho sentito anche personalmente. Mi sembrava di andare veloce, ma all’improvviso mi è sembrato che il mondo fosse più veloce. Se non avessi intenzione di tenere il passo, rimarrò molto indietro. Posso apprezzare coloro che stavano attraversando quel periodo e si sentivano indietro. Ciò porta a una sensazione di depressione, a perdere tutto o, “Ho perso la mia occasione”. È un paradosso. Fa parte di quella resilienza. Quanto resiliente puoi essere e svilupparlo? Allo stesso tempo, come ti proteggi dal metterti giù o dalla sensazione di non essere abbastanza bravo a mantenere quell’equilibrio?

Per come la vedo io, ed è così che vivo la mia vita. Ho chiesto ai miei clienti e amici di fare lo stesso. Nessuno ha la sfera di cristallo o la bacchetta magica. Vorrei che ci fosse. Chissà cosa succederà? Finché non abbiamo paura di prendere una decisione e rimanere in azione, il percorso si svelerà da solo. Anche se è stata la “decisione sbagliata”, possiamo ovviamente correggere. Le persone che restano a casa, si paralizzano, non fanno nulla, forse vivono di risparmi o di aiuti governativi, secondo me, stanno perdendo flessibilità, slancio, persino intelligenza, muscoli creativi. È importante non aver paura. Scegli una strategia, un nuovo piano, un nuovo regime e fallo. Come diceva mia nonna, “Tutte le strade portano a Roma”. Roma è quello che vuoi. Segui la tua visione e l’impero che vuoi costruire. Ci sono infiniti modi, sentieri e strade per arrivarci. Scegline uno nuovo e ti ritroverai sul sentiero da qualche parte. Ci arriverai comunque. Provaci. Non c’é giusto o sbagliato.

Lo sento e la gente lo dice anche parlando con i leader, ma c’è ancora quella sensazione di rischio. Il giusto e lo sbagliato a volte possono tradursi in “Sto ottenendo i risultati che mi aspetto o che ci aspettavamo da me, o cosa ci si aspetta da me là fuori?” Allo stesso tempo, penso alle persone che sono nuove alla leadership o che stanno emergendo nella leadership. Sentivano quella perfezione. Non possono fare nulla di sbagliato o gli starà male. Come bilanci le tue aspettative con le aspettative degli altri ea volte possono essere diverse?

Jeffrey e io siamo Coach certificati e ci circondiamo di allenatori. Non solo alleniamo gli altri, ma siamo anche allenati allo stesso tempo. Ho amici di responsabilità. Vengo istruito. Ho quattro allenatori. Ne ho uno che mi aiuta con la mia corsa. È un’allenatrice di maratone. Ne ho un paio che mi hanno aiutato con il marketing su Internet. Uno per i paesi di lingua inglese e uno per i paesi di lingua italiana. Ho un capo allenatore generale che esamina tutte le mie diverse aree della vita per assicurarmi che rimanga in pista. Inoltre appartengo a menti diverse e organizzo anche il mio quadrimestrale. Per ora sono liberi di dare una mano. Sono globali. Abbiamo persone provenienti da tutto il mondo, 100 paesi diversi, 5 continenti.

Lo facciamo sempre il primo mercoledì del mese. Scegliamo argomenti che le persone richiedono. Un argomento era Conversazioni difficili rese facili. Ho fatto entrare un allenatore esperto e ci ha fornito i passaggi. Lo ospita insieme a me. Troverai il replay gratuitamente sul mio sito YouHaveGotThePower.com. Lo posto ovunque sui miei social media. Mi piacerebbe farne uno con te. Organizziamone uno insieme, Jeffrey. Può riguardare la leadership durante COVID o un argomento di cui i nostri clienti hanno bisogno in questo momento e di cui possiamo pensare. Mi circondo di tutto questo. Tutto questo è salute mentale, ma credo anche nella salute fisica.

Per me, ciò che ha funzionato e mi dà molta energia più di quanto so con cosa fare è un’alimentazione a base vegetale che ho seguito per più della metà della mia vita. Faccio esercizio quotidiano. Ho dovuto cambiarlo un po ‘durante COVID ma quando c’è una volontà, c’è un modo. Ho scoperto un nuovo modo per farlo su Zoom o con un tapis roulant rispetto alla corsa al parco. Per ora funziona. So che non è l’ideale. Preferirei stare in mezzo alla natura ma sto cercando di proteggere me stesso e gli altri. Non ho intenzione di compromettere il regime sano che so funziona per me solo a causa di COVID. Mantiene alta la mia energia e il mio sistema immunitario per me, i miei amati amici, la mia famiglia e i miei clienti. Troverò un nuovo modo.

Jeffrey: È interessante quando stavi condividendo il tuo background e i coach che hai nella tua vita. Se dovessi condividere con altre persone dicendo: “Conosco qualcuno. È un’executive coach e consulente di successo. Ha un dottorato in psicologia industriale-organizzativa e ha quattro coach “. Diranno: “Perché ha bisogno di tutte queste persone?” Perché hai allenatori nella tua vita che ti aiutano a svolgere le tue attività quotidiane? Il tuo livello di successo è ben affermato e hai aiutato le persone in tutto il mondo a ritrovare se stesse per aiutarle nei loro affari, nelle loro vite personali o nelle loro relazioni. Perchè ti serve? Questa sarebbe la domanda che ho.

Abitudini di leadership: circondati di persone che la pensano allo stesso modo e che la pensano allo stesso modo che si sforzano sempre di migliorarsi e aiutare gli altri.

Elena: Faccio più errori di chiunque altro conosca. C’è ancora così tanto miglioramento che voglio ottenere in questa vita e apprendere nuove abilità e conoscenze che ancora non ho. Per me, non vedrei la vita in nessun altro modo. Per me, questo è lo scopo della vita. Spingiti sempre un po ‘più in alto. Altrimenti, la vita sarà troppo noiosa.

Quando guardi allo stato delle aziende e delle organizzazioni in generale, cosa diresti di cui hanno bisogno in questo momento? Di che tipo di leadership e di che tipo di leader hanno bisogno le aziende per muovere i propri dipendenti e riguadagnare slancio o per pianificare la prossima nuova normalità come sentiamo là fuori?

Personalmente penso che un buon leader debba rimanere completamente neutrale. Apolitico o accettazione di tutta la politica o accettazione di tutte le religioni, credenze, culture e razze, quindi diversità. Dovrebbero incontrare persone ovunque si trovino. Ho parlato un po ‘di veganismo per me, ma per me funziona. Incoraggio gli altri a scoprire cosa funziona per loro in termini di fede, politica se questo li interessa, stile di vita e alimentazione. Anche adesso che la maggior parte di noi lavora da casa, tecnicamente potresti lasciare il paese o il continente, divertirti e lavorare da qualche altra parte in remoto. Questo è il momento di esplorare nuovi hobby, passioni, desideri e desideri. A volte è difficile. Ho avuto clienti che sono cacciatori e la mia testa va su.

Non sono a caccia di piante, ne sono sicura.

Non dico niente. Se questo è ciò che è importante per loro, li incoraggio anche se è difficile. Non è quello che farei. Li incoraggio a esplorare, ad arrivare al livello successivo e qualunque cosa significhi per loro. Neutralizza te stesso e incontra le persone ovunque si trovino. Soprattutto con questo COVID, a volte le persone sono stressate. Hanno ansia e talvolta è una malattia mentale borderline. Non siamo medici, quindi non possiamo farci niente. Se riteniamo che sia necessario un supporto clinico, li incoraggiamo, oltre al coaching, a fare anche un controllo medico e così via. È importante non giudicare, anche dai miei genitori. Sono andato a fare paracadutismo e non ho potuto dirglielo. Sarebbero volati qui, mi avrebbero fermato e/o avrebbero fatto un infarto lungo la strada. Era importante per me spingermi fuori dalla mia zona di comfort. È stato fantastico condividere il video, se lo desideri. Come leader, è senza un programma, senza giudizio, con estrema riservatezza, guarda dove si trovano le persone nel loro viaggio, che è diverso da chiunque altro e dove vogliono arrivare dopo.

In seguito, sembrerebbe che aiutare a creare quel dialogo, crei quell’ambiente in cui le persone si sentono sicure di condividere ed esprimere senza il giudizio e la vergogna. Per fare ciò, entrambe le parti devono essere aperte a essere anch’esse vulnerabili.

Sicurezza e vulnerabilità, questo è un must. Non è facile trovare un professionista che incarni tutte queste capacità. Anche per noi, a volte è difficile. Anche noi siamo umani. Abbiamo sentimenti come tutti gli altri, ma facciamo del nostro meglio. La pratica rende perfetti.

Lo scopo della vita è spingersi sempre un po ‘più in alto; altrimenti, la vita sarà troppo noiosa. 

Jeffrey: Venendo da un paese diverso e ristabilendoti come hai fatto, descrivi il viaggio che hai attraversato dato che provenivi da una cultura completamente diversa, da una lingua completamente diversa e stai iniziando da zero in un paese nuovo di zecca. Quali sono stati i punti di apprendimento per te lungo il tuo sogno in quel periodo?

Elena: Ce ne sono così tanti. Un giorno dovrò scrivere un libro per questo o forse fare un film. Devo cambiare nome perché ho sempre fatto cose kosher lungo la strada. Sono sempre stato un temerario crescendo. Allora, in un ambiente tutto bianco, tutto cattolico, mi sentivo soffocare. Ho sempre avuto bisogno della diversità. Ho sempre avuto bisogno di qualcosa di più. Sapevo che. Da allora le cose sono cambiate. Ho lasciato l’Italia per la prima volta nel ’94. Ero un ribelle senza motivo. Da allora le cose sono cambiate. Ora è molto più diversificato, l’Unione europea, la caduta del muro di Berlino, ecc.

Sono sempre stata innamorata degli Stati Uniti da quando avevo tredici anni. Era qualcosa nel mio cuore. Non so nemmeno come spiegarlo, ma ho fatto in modo che la mia famiglia iniziasse ad ospitare studenti di scambio. Avremo studenti da tutto il mondo, Australia, America e così via. Alcuni si sono comportati e alcuni si sono comportati un po ‘meno. In qualche modo mi è piaciuto entrare nella loro mente e nella loro cultura che sembrava così diversa dalla mia piccola cultura italiana. Questa è forse una buona lezione per i genitori. Dopodiché, ho capito che volevo venire negli Stati Uniti perché allora mi sembrava questo mondo progressista, innovativo e moderno e l’Italia sembrava un paese arcaico e vecchia scuola.

Avevo tredici anni e ho insistito che volevo venire a fare il liceo negli Stati Uniti. I miei genitori italiani molto conservatori e della vecchia scuola erano come, “Lascia perdere. Sei troppo giovane. Non stai andando.” Reprimere quel desiderio alla fine ha causato il risultato opposto. Quando ho compiuto vent’anni avevo messo da parte dei soldi e ho bisogno di scappare da casa. Mi hanno minacciato in molti modi, incluso rinnegarmi e portarmi via l’eredità. Ho corso un rischio. Sono andato comunque senza nemmeno sapere cosa avrei fatto e ho fatto domanda per l’università. Allora non c’era Internet. Sono letteralmente scappato di casa, salgo su un treno per Milano al consolato e faccio il test TOEFL che misura il tuo inglese. Il mio inglese allora era orribile perché in Italia ti insegnano l’inglese shakespeariano o almeno all’epoca, il che è inutile.

Dato che non ho così tanti soldi, l’unico college che mi ha accettato è stato in Kansas. Ho pensato: “quelli non sono gli Stati Uniti”. Anche il Kansas è stato un bene per me per un anno perché non c’era niente da fare. Ero un bravo studente. Avevo A dritta. Non c’era nient’altro da fare. Poco dopo, ho pensato: “Farò meglio a scappare da qui”. Ho avuto un’altra via di fuga. Mi sono trasferito sulla costa e mi lascio dietro molti dettagli. Questo è per un’altra intervista. Quando mi sono laureato, era il 2000. Ero a San Francisco. Fu allora che il mercato crollò. È stato molto difficile ottenere un permesso di soggiorno nel paese.

Mi sono trasferita a New York City perché pensavo di avere maggiori possibilità di ottenere i documenti di immigrazione. Ho attraversato l’11 settembre. Il mio compagno di stanza è stato ucciso nelle torri. Ad un certo punto, il mio visto è scaduto. Sono stato cacciato dal paese. Non mancavano avventurieri, buoni o cattivi, ma ero determinato a farlo accadere in un modo o nell’altro. Ora ho la doppia cittadinanza. Il viaggio è stato difficile e gli Stati Uniti sono cambiati molto da quello su cui fantasticavo da bambina. Anche l’Italia è cambiata molto o l’Europa, il luogo in cui sono cresciuto. Alcuni cambiamenti sono in meglio, altri in peggio, ma mentre insegniamo nel coaching, ci concentriamo sulla parte buona. È il bicchiere mezzo pieno contro mezzo vuoto.

Jeffrey: Non riesco nemmeno a immaginare come sia stata questa esperienza per te. L’unica domanda che spicca è cosa ti ha fatto andare avanti? Sono sicuro che ci sono molte volte in cui potresti aver pensato a te stesso. C’erano dubbi. C’erano ostacoli a causa della lingua o per la tua provenienza o per come le persone ti percepivano. Cos’è che ha mantenuto quel progresso nella giusta direzione per te?

Elena: Jeffrey e io condividiamo alcuni degli stessi grandi mentori globali, mentori internazionali che ci hanno ispirato e che sono stati fondamentali nella nostra vita. Alcuni di loro ci hanno insegnato che, qualunque cosa accada, finisci quello che hai iniziato perché altrimenti non lo saprai mai. Finire qualcosa è una buona abitudine di leadership e una buona abitudine di successo generale. Ho pensato di smettere quando era così difficile, tornare in Europa e rimanerci. Sarebbe stata una vita molto facile perché i miei genitori avevano già preparato tutto per me. Avevo bisogno di scoprirlo da solo e anche durante il mio dottorato, molte volte, ho voluto uccidere il mio professore. Spero che non stiano leggendo. Sapevo che non importava cosa, dovevo andare avanti e qualcosa di buono ne sarebbe uscito nonostante il sangue, il sudore e le lacrime.

Abitudini di leadership: l’intero scopo della vita è lasciare questa terra un po ‘meglio di come l’abbiamo trovata per le generazioni a venire.

Jeffrey: La tua storia si scrive su ciò che hai superato e su ciò che hai realizzato. Nel prepararmi per questo, stavo leggendo e tu stai parlando di eredità/lega. Se consideri dove ti trovi adesso e vai avanti, qual è l’eredità/lega che prevedi di lasciare?

Elena: Questa è un’ottima domanda per tutti noi da porsi anche durante COVID. La risposta potrebbe cambiare. Per me, l’intero scopo della vita è lasciare questa terra un po ‘meglio di come l’abbiamo trovata per le generazioni a venire. Gli animali, gestisco un’organizzazione no profit che li salva. Quella causa è molto cara al mio cuore. Inoltre, l’ambiente è una causa che mi sta molto a cuore. Uno dei motivi per cui la mia sede in questo momento è a Las Vegas è perché ho i pannelli solari. Coltivo molta frutta e verdura che mangio. Ne ho abbastanza anche per gli altri nel caso ci fosse mai una carenza di cibo. Potrebbero venire.

Faccio del mio meglio per vivere una vita priva di sostanze chimiche il più possibile e per lasciare questa terra un po ‘più pulita, se possibile, per le generazioni a venire. Faccio anche volontariato con i bambini il più possibile in diversi progetti educativi. Ho lavorato anche con bambini autistici. Come scienziato mi spingerei a fare qualche ricerca in più, cercando di trovare nuovi strumenti mentali. Lo so, Jeffrey, fai lo stesso. Ho un sito Web per l’iscrizione e puoi anche ottenere molti strumenti gratuiti. Alcuni sono pagati, ma i prezzi sono molto convenienti, soprattutto in questo momento durante COVID. Avrei dovuto fare un ritiro di leadership in Italia, nei castelli con un’intera visualizzazione, uno yoga sul lago, tutte queste cose divertenti, ma COVID aveva altri piani. Spero di rimandarlo. Potrebbe essere troppo presto a seconda del vaccino, di cosa succede e di tutte le compagnie aeree. Accadrà sicuramente nel 2021 o 2022. Mi piacerebbe che tu, Jeffrey, fossi presente come mio ospite. Puoi portare chi vuoi, la tua adorabile moglie e i tuoi clienti, chi vuoi.

Jeffrey: Grazie mille, dottor Pezzini. Lo metteremo sul calendario. Non sono molto sicuro della cosa dello yoga. Uno yoga in un castello in riva al lago. Suona bene anche solo per farlo da solo, lo terrò sicuramente in considerazione. Grazie mille. Ci siamo seduti per ore a conversare come questa. L’unica cosa che spicca sempre per me è la tua passione per le persone e la tua passione per ciò che vedi nelle persone, e il potenziale che vuoi che sfruttino, riconoscano e vadano avanti. È bello stare con persone che vogliono ispirare gli altri a dare il meglio. Questo è un esempio perfetto. Condividere te stesso e il tuo cuore con le persone che leggono è più una rappresentazione della persona che sei e della qualità della persona che sei. Grazie mille.

Elena: Il piacere è tutto mio.

Jeffrey: La dottoressa Pezzini ha menzionato il suo sito web e alcune informazioni sulla mente. Lo avremo disponibile sul nostro sito dove potrai vedere questo episodio, così come alcuni episodi passati. Ancora una volta, grazie mille, dottor Pezzini, per essere qui. Lo adoro. Se le persone ti chiedessero di tornare, saresti interessato?

Elena: Mi piacerebbe molto. Grandi abbracci e auguri da parte del tuo meraviglioso pubblico.

Jeffrey: Grazie per aver preso parte a questo episodio e a presto!

Link importante:

https://www.YouHaveGotThePower.com

A proposito della Dott.ssa Elena Pezzini:

Nata in Italia, la Dott.ssa Pezzini si è trasferita negli Stati Uniti per seguire il dottorato in psicologia applicata / organizzativa.

Dopo aver conseguito anche molte certificazioni di coaching e ipnosi, ha iniziato a lavorare come coach e consulente per numerose aziende Fortune 100.

Per Procter & Gamble, il Dr. Pezzini ha fornito un programma di formazione di centinaia di ore sulla consapevolezza della diversità e sulle competenze di lavoro da casa a più di migliaia di dipendenti a tutti i livelli organizzativi. Di conseguenza, i tassi di soddisfazione sul lavoro e di fidelizzazione dei dipendenti sono aumentati dell’85%. In meno di due anni, i profitti delle vendite del reparto sono aumentati dell’80%.

Tra i momenti salienti degli anni del dottor Pezzini, le esperienze di coaching sono le seguenti:

-Nomina come Life, Business and Financial Senior Coach for Success Resources, leader nel settore del coaching e della formazione, per oltre tre decenni consecutivi

-Selezione come Senior Coach MITT (Mastery in Transformational Training) presso la Torch Foundation

-Selezione come Harv Eker International Most Committed Coach. La dott.ssa Pezzini comprende dalla sua ricca esperienza personale che le persone hanno il potere di superare grandi ostacoli. Avendo costruito la sua vita professionale e la sua ricchezza personale interamente da sola, la dott.ssa Pezzini si impegna a responsabilizzare i suoi clienti in modo che anche loro possano vivere i loro sogni più sfrenati. Ora un allenatore altamente desiderato in corsi di coaching, boot camp ed eventi in tutto il mondo, il dottor Pezzini appare regolarmente. Ha guidato e guidato milioni di individui e gruppi verso scoperte di successo nel campo degli affari, delle relazioni, della prosperità e del benessere.

Video in English:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Rimani Aggiornato con la Nostra Newsletter